Menu

Sintomi Della Premenopausa: Quali Sono E Cosa Fare

Sintomi della premenopausa: l’ansia

Oltre ai sintomi ben noti, come le vampate di calore, la sudorazione notturna, e persino la secchezza vaginale, vi sono molti sintomi “inattesi” durante la menopausa e premenopausa. Uno dei sintomi più notevoli è l’ansia, benché le donne spesso non l’associno alla menopausa o ai propri ormoni. In realtà, è un disagio molto frequente in tutte quelle donne che si stanno avvicinando a questa naturale condizione fisiologica.

ansia premenopausa

Comunque, l’ormone progesterone, che aiuta a preparare l’utero per un ovulo fecondato, è altresì coinvolto con un neurotrasmettitore nel cervello, noto come GABA (acido gamma-aminobutirrico).

Il GABA è un neurotrasmettitore calmante, che ci aiuta a gestire lo stress e l’ansia; dal momento che i livelli di progesterone diminuiscono durante la premenopausa, anche questo neurotrasmettitore viene prodotto in dosi minori, portando di conseguenza ad un incremento della risposta allo stress e all’aumento dell’ansia.

Molte donne ricordano infatti quella piacevole sensazione data dagli alti livelli di progesterone durante la gravidanza e l’effetto rilassante che questi avevano sul loro umore.

È importante parlare di stress anche quando si tratta dei sintomi della premenopausa.

Se il vostro corpo ha affrontato stati di stress e d’ansia per lunghi periodi, le ghiandole surrenali (incaricate di reagire allo stress e di produrre progesterone ed estrogeni in seguito alla menopausa, da essa in poi producono soltanto il 50% di questi ormoni) sono chiamate a produrre ormoni dello stress, quali il cortisolo e l’adrenalina, anziché sostenere le mutevoli esigenze dell’organismo in termini di ormoni sessuali.

Ciò dimostra quanto i livelli di ormoni sessuali siano collegati ad altri aspetti della vostra salute, compresi i sintomi e le sensazioni.

Ma posso essere certa di trovarmi in premenopausa?

Purtroppo, non esiste un esame del sangue specifico per poter dire se si è o meno in stato di premenopausa, ma esistono metodi indiretti per ipotizzarlo. Il vostro medico curante può controllare se i livelli di FSH sono in aumento, il che renderebbe uno stato di premenopausa probabile, ma non ancora certo. Secondo la ricerca, l’utilizzo di erbe come ad esempio la passiflora o la ashwagandha può costituire un notevole aiuto.

10 commenti

  1. Non è facile capire quando entri in premenopausa. Di solito da quello che so io inizi ad avere i cicli irregolari. Ottimo articolo comunque.

  2. Grazie per le informazioni…articolo davvero ben fatto!

  3. Vi volevo chiedere una cosa: di solito a che età ci dobbiamo aspettare l’arrivo della premenopausa?Grazie

  4. Wow io ho una sfilza di quei sintomi da un pò, sarò entrata in menopausa??

  5. @Fabrizia Direi che è molto probabile se sei nella fascia d’età che va dai 40 in su!!

  6. Salve, da un pò di tempo lamento molti dei sintomi elencati nell’articolo come ad esempio dolore durante il rapporto, ansia, secchezza, a volte vampate etc etc. Volevo chiedervi se è normale avere già tutti questi sintomi a 43 anni?? Vi ringrazio

  7. Ottimo questo articolo, molto interessante!

  8. La terapia ormonale credo sia l’unica cosa che funzioni, a quanto ho sentito, ma io grazie a Dio ancora non ho avuto nessun problema particolarmente fastidioso 😛

  9. Non è per niente facile capire quando si entra in premenopausa perchè i sintomi sono spesso diversi da donna a donna, comunque articolo buono.

  10. Buonasera ho 47 anni e da circa un anno non ho più il ciclo…ma niente sintomi particolari di quelli elencati…è normale?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Ti Potrebbe Interessare...

Sintomi Della Menopausa: Come Alleviarli

I sintomi della menopausa femminile in certe situazioni possono diventare veramente sfiancanti: vampate di calore, ...

Inline
Inline