Menu

Terapia Ormonale Sostitutiva: Una Cura Pericolosa In Menopausa?

Terapia ormonale sostitutiva a basso dosaggio.

Da assumere sotto forma di creme, compresse o anelli vaginali – è in grado di trattare efficacemente i sintomi vaginali e alcuni sintomi delle vie urinarie, riducendo al minimo l’assorbimento degli ormoni da parte dell’organismo.

Gli ormoni vaginali a basso dosaggio però non aiutano nella riduzione delle vampate di calore, delle sudorazioni notturne o nella protezione contro l’osteoporosi.

terapia sistemica ormonale menopausa

La terapia ormonale sistemica a lungo termine per la prevenzione dei sintomi legati alla post-menopausa non viene praticamente più adottata; tuttavia, alcuni dati suggeriscono che gli estrogeni possano diminuire il rischio di malattie cardiache se assunte nelle prime fasi della post-menopausa.

Un recente trial clinico randomizzato, il Kronos Early Estrogen Prevention Study, (Keeps) – ha analizzato l’uso degli estrogeni e delle malattie cardiache nelle giovani donne in postmenopausa: lo studio non ha rilevato alcuna significativa associazione tra la terapia ormonale e le malattie cardiache.

Per le donne che non hanno subito l’asportazione dell’utero, gli estrogeni vengono generalmente prescritti insieme al progesterone o ai progestinici (farmaci simili al progesterone).

Questo perché l’assunzione di estrogeni, se non viene bilanciata dall’assunzione di progesterone, può stimolare la crescita del rivestimento uterino, aumentando il rischio di cancro all’utero.

Le donne che hanno subito l’asportazione dell’utero (Isterectomia) non hanno bisogno di assumere progestinici.

Quali sono i rischi della terapia ormonale?

Nel più importante studio clinico ad oggi condotto sui rischi della terapia ormonale sostitutiva, si è verificato che una combinazione di farmaci estrogeno-progestinici (Prempro) aumenta il rischio di alcune gravi patologie, tra cui:

  • Malattie cardiache
  • Ictus
  • Coaguli di sangue
  • Cancro al seno

rischi terapia ormonale menopausa

Un trial clinico che valutava i rischi derivanti dall’assunzione di soli estrogeni (Premarin) in un campione di donne che avevano subito un’isterectomia, non ha rilevato rischi relativi all’aumento del rischio di cancro al seno o di malattie cardiache.

Il rischio che potessero verificarsi ictus e coaguli sanguigni era simile a quello rilevato nella terapia combinata.

La terapia ormonale sostitutiva, in particolare quella che prevede l’assunzione di estrogeni in combinazione con un progestinico, può far apparire il seno più (denso) durante la mammografia, fattore che rende il tumore al seno più difficile da rilevare.

Inoltre, se assunta per parecchi anni, questa terapia aumenta il rischio di il cancro al seno, un risultato confermato da diversi studi condotti su varie combinazioni di terapia ormonale e non solo su quella che prevede l’assunzione della pillola estro-progestinica (Prempro).

I rischi della terapia ormonale possono variare a seconda che venga prescritto solo l’uso dell’estrogeno o la combinazione di esso con un progestinico e a seconda dell’età e del momento in cui è iniziata la menopausa, del dosaggio, del tipo di estrogeni e di altri fattori di rischio quali le malattie cardiache e cardiovascolari, cancro e la storia medica familiare.

Tutti questi rischi devono essere considerati per decidere se è il caso o meno di iniziare una terapia ormonale.

5 commenti

  1. Ottimo articolo, io sono ancora indecisa se provare la terapia o no.

  2. Ma funziona? Qualcuna che la sta seguendo? Grazie

  3. Mi è piaicuto l’articolo, ho fatto un pò di chiarezza su alcuni punti per quanto riguarda gli ormoni! Grazie continuate così

  4. I rischi sono davvero così pericolosi??

  5. So che gli ormoni a molte donne hanno fatto veramente bene in menopausa, però non saprei.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Ti Potrebbe Interessare...

Sintomi Della Menopausa: Come Alleviarli

I sintomi della menopausa femminile in certe situazioni possono diventare veramente sfiancanti: vampate di calore, ...

Inline
Inline